Venerdì, 10 Novembre, 2017 - 09:15

Risultati consolidati al 30 settembre 2017

Venerdì 10 Novembre 2017

Risultati consolidati al 30 settembre 2017

Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza S.p.A. ha approvato la presente “Relazione finanziaria trimestrale consolidata al 30 settembre 2017 – Comunicato stampa”

  • RISULTATO CORRENTE AL LORDO DELLE IMPOSTE IN CRESCITA (+17,0%) Euro 51,7 milioni1 (ex Euro 44,2 milioni) che beneficia della dinamica positiva delle commissioni nette che si attestano ad Euro 120,2 milioni (ex Euro 112,2 milioni) e del calo del costo del credito che scende ad Euro 44,1 milioni (ex Euro 61,2 milioni), mantenendo elevati livelli di coverage sui crediti deteriorati e sui crediti in bonis:
    • Coverage ratio2 sofferenze al 57,3% e al lordo delle cancellazioni al 61,6% (ex 56,3% e 60,9% al 31.12.2016)
    • Coverage ratio2 totale crediti deteriorati al 48,1% e al lordo delle cancellazioni al 51,7% (ex 46,2% e 50,0%)
    • Coverage ratio crediti in bonis allo 0,48% (ex 0,54%)
  • UTILE NETTO CONSOLIDATO (di pertinenza della Capogruppo) Euro 26,9 milioni (ex Euro 36,4 milioni al 30 settembre 2016) in considerazione di significative poste non ricorrenti negative, principalmente legate all’adesione ad iniziative di sostegno del sistema bancario
  • ELEVATA E STABILE SOLIDITA’ PATRIMONIALE CON AMPIO MARGINE RISPETTO AL REQUISITO MINIMO DI CAPITALE CET1
  •  Patrimonio netto Euro 888,9 milioni (ex Euro 868,1 milioni)
  •  Fondi Propri Euro 1.070,9 milioni4 (CET1 + AT1 Euro 905,6 milioni + T2 Euro 165,3 milioni) (ex Euro 1.085,0 milioni)
  • CRESCITA DEGLI IMPIEGHI ALLA CLIENTELA ORDINARIA : Euro 9,7 miliardi in crescita rispetto allo stock in essere a fine esercizio precedente (+1,7%)
    Rapporto “sofferenze lorde / impieghi lordi” pari al 10,83% (ex 10,45%)
    Rapporto “sofferenze nette / impieghi netti” pari al 5,02% (ex 4,95%)
    Rapporto “crediti deteriorati netti / impieghi netti” pari al 8,90% (ex 9,36%)
  • RACCOLTA COMPLESSIVA DA CLIENTELA IN INCREMENTO RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2016:
    Euro 24,9 miliardi (+5,4%), di cui RACCOLTA DIRETTA Euro 10,7 miliardi (+5,7%), con un rapporto
    Impieghi da clientela ordinaria/Raccolta diretta al 90,2% (ex 93,8%) e RACCOLTA INDIRETTA Euro 14,2 miliardi (+5,1%)

***

Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza S.p.A., riunitosi in data 9 novembre 2017, ha approvato la “Relazione finanziaria trimestrale consolidata al 30 settembre 2017 – Comunicato stampa” (di seguito anche “Relazione”), predisposta su base volontaria, essendo venuto meno l’obbligo dell’informativa finanziaria periodica aggiuntiva rispetto a quella annuale e semestrale per effetto della nuova formulazione dell’art. 154-ter, comma 5, del D. Lgs. 58/1998 (“Testo Unico della Finanza” o “TUF”) introdotta con il D. Lgs. 25/2017 di attuazione della Direttiva 2013/50/UE.

La Relazione è stata predisposta anche per le finalità di determinazione del risultato del periodo ai fini del calcolo dei fondi propri e dei coefficienti prudenziali.

Per quanto riguarda i criteri di rilevazione e valutazione, la Relazione è redatta in conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS in vigore alla data di riferimento come di seguito riportato.

Gli importi delle tabelle e degli schemi della Relazione sono espressi in migliaia di Euro.

La Relazione è soggetta a revisione contabile limitata da parte di Deloitte & Touche S.p.A. per la computabilità del risultato intermedio nei fondi propri.

1 L’eventuale raggiungimento del benchmark di incremento netto degli impieghi, per cui il Gruppo Banco Desio si è impegnato con l’Eurosistema nell’ambito dell’operazione “TLTRO II”, consentirà di percepire interessi passivi negativi al tasso dello 0,40%. Attualmente non è stato contabilizzato alcun beneficio, tuttavia il Gruppo Banco Desio ha posto in essere politiche creditizie volte a rendere raggiungibile il benchmark prefissato.

2 Considerati anche i crediti deteriorati della controllata Banca Popolare di Spoleto S.p.A. esposti al lordo delle relative svalutazioni.

3 In base al provvedimento della Banca d’Italia comunicato alla Capogruppo in data 4 aprile 2017 riguardante i requisiti minimi di capitale a livello consolidato da rispettare a conclusione del Supervisory Review and Evaluation Process (SREP): CET1 pari al - 6%, vincolante - ai sensi dell’art. 67-ter TUB - nella misura del 4,8% (di cui 4,5% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,3% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale, Tier1 ratio pari al 7,6%, vincolante - ai sensi dell’art. 67-ter TUB - nella misura del 6,4% (di cui 6,0% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,4% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva din conservazione del capitale e Total Capital ratio pari al 9,75%, vincolante - ai sensi dell’art. 67-ter TUB - nella misura dell’8,5% (di cui 8% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,5% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale.

4 Dopo un pay-out del 40%.

Allegati: 
Download Pdf 343.91 KB
Ultima modifica 10/11/2017