Giovedì, 11 Maggio, 2017 - 17:45

Relazione finanziaria trimestrale al 31 marzo 2017

Giovedì 11 Maggio 2017

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO LA

RELAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2017

  • UTILE NETTO STABILE: Euro 3,5 milioni sostanzialmente in linea con gli Euro 3,7 milioni del periodo di confronto. L’utile netto al 31 marzo 2017 include tra i costi Euro 0,8 milioni di contribuzione ordinaria, al netto delle imposte, al Fondo di Risoluzione SRM – Single Resolution (ex Euro 0,6 milioni)
  • RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA: Euro 11,3 milioni (ex Euro 13,8 milioni), in contrazione per effetto della riduzione dei proventi operativi per Euro 3,1 milioni, ed in particolare del margine di interesse, per circa 1,7 milioni, condizionato dalla situazione dei mercati monetari
  • COSTO DEL CREDITO IN CALO: Euro 5,4 milioni (ex Euro 8,2 milioni) mantenendo elevati livelli di coverage sui crediti deteriorati e sui crediti in bonis:
    Coverage ratio sofferenze al 57,8% (ex 57,7%)
    Coverage ratio totale crediti deteriorati al 46,5% (ex 46,3%)
    Coverage ratio crediti in bonis allo 0,64% (ex 0,66%)
  • PATRIMONIO SOSTANZIALMENTE STABILE E COEFFICIENTI DI CAPITALE SUPERIORI AI REQUISITI MINIMI DI VIGILANZA Coefficienti di capitale Banco Popolare di Spoleto [A] Requisiti minimi individuali al 31.03.2017 [B] Buffer [A] – [B]
  • RACCOLTA COMPLESSIVA DA CLIENTELA SOSTANZIALMENTE STABILE RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2016: Euro 5,2 miliardi (+0,3%), di cui RACCOLTA DIRETTA Euro 3,3 miliardi (-1,2%) e RACCOLTA INDIRETTA Euro 1,9 miliardi (+3%)
  • IMPIEGHI ALLA CLIENTELA ORDINARIA IN CRESCITA RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2016: Euro 3,4 miliardi (+0,9%)
    Rapporto “sofferenze nette / impieghi netti” pari al 6,70% (ex 6,68%)

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Spoleto S.p.A., riunitosi in data 11 maggio 2017, ha approvato la “Relazione finanziaria trimestrale al 31 marzo 2017 – Comunicato stampa” (di seguito anche “Relazione”), pubblicata su base volontaria, essendo venuto meno l’obbligo dell’informativa finanziaria periodica aggiuntiva rispetto a quella annuale e semestrale per effetto della nuova formulazione dell’art.154-ter del D. Lgs. 58/1998 (“Testo Unico della Finanza” o “TUF”) introdotta con il D. Lgs. 25/ 2017 di recepimento della direttiva 2013/50/UE.

Tenuto conto dello sviluppo del quadro normativo di riferimento come anche delle esigenze dei propri stakeholder , la Banca Popolare di Spoleto intende continuare a redigere, su base volontaria, le informazioni finanziarie periodiche aggiuntive al 31 marzo e al 30 settembre di ciascun anno, la cui politica di comunicazione (la “policy ”) è stata oggetto di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione in data odierna.

Tale scelta rispecchia la politica aziendale di informare regolarmente in modo trasparente il mercato e gli investitori circa le performance economico-finanziarie della Banca Popolare di Spoleto; per questo i contenuti informativi sono espressi in forma coerente rispetto ai resoconti intermedi sulla gestione precedentemente pubblicati.

Come previsto dalla policy , l’informativa finanziaria periodica aggiuntiva, nella forma di comunicato stampa denominato “Relazione finanziaria trimestrale”, una volta approvata dal Consiglio di Amministrazione viene pubblicata sul sito istituzionale (oltre che sulla piattaforma di stoccaggio autorizzata) con le tempistiche previste nel calendario finanziario annuale, ovvero entro il termine di invio delle segnalazioni di vigilanza FINREP e COREP, comunque entro 45 giorni dalla chiusura del trimestre di riferimento.

Nel caso in cui la Banca Popolare di Spoleto intenda modificare gli elementi informativi sopraindicati o interrompere la pubblicazione delle informazioni finanziarie periodiche aggiuntive, renderà pubbliche le decisioni assunte con le relative motivazioni.

La Relazione è stata predisposta anche per le finalità di determinazione dei fondi propri e dei coefficienti prudenziali.

Per quanto riguarda i criteri di rilevazione e valutazione, la Relazione è redatta in conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS in vigore alla data di riferimento come di seguito riportato.

1 Dopo un pay-out del 40%.

 

Allegati: 
Download Pdf 220.04 KB
Price sensitive
Ultima modifica 11/05/2017