Reclami

In caso di controversie tra il Cliente e la Banca relativamente a operazioni e servizi bancari e finanziari, servizi e attività di investimento e di intermediazione assicurativa, il Cliente può presentare un reclamo scritto alla Banca con le seguenti modalità:

  • compilando l’apposito form;
  • inviarlo alternativamente per posta ordinaria ad uno dei seguenti recapiti:

    Banca Popolare di Spoleto S.p.A.
    Ufficio Reclami
    Piazza Pianciani
    06049 – Spoleto (PG)

    Banco di Desio e della Brianza S.p.A.
    Ufficio Reclami
    Via Rovagnati, 1
    20832 – Desio (MB)

  • consegnarlo direttamente presso gli sportelli delle filiali ove il Cliente intrattiene rapporti;
  • inviarlo per posta elettronica a: reclami@bpspoleto.it oppure reclami@bancodesio.it;
  • inviarlo via pec a reclami@pec.bancodesio.it;
  • trasmetterlo a mezzo fax al seguente numero: +39.0362.488201.
La Banca risponderà nei tempi più solleciti e comunque:
  • entro 30 giorni, se il reclamo è relativo a operazioni e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di pagamento, mutui, finanziamenti, etc.);
  • entro 60 giorni, se il reclamo è relativo a servizi di investimento;
  • entro 45 giorni, se il reclamo è relativo a servizi assicurativi aventi ad oggetto le attività di collocamento di prodotti assicurativi.
Se il reclamo risulterà fondato, la Banca lo confermerà per iscritto al Cliente; qualora la soluzione del problema segnalato dal Cliente non potesse essere immediata, o richiedesse interventi organizzativi o tecnologici, la risposta preciserà – per quanto prevedibili – i tempi tecnici che risulteranno perciò necessari.
Nel caso ritenesse invece di non accogliere il reclamo, la Banca risponderà comunque per iscritto precisando le ragioni della sua decisione.
In tal caso, o se non avesse ricevuto risposta entro i termini previsti, o se comunque insoddisfatto dell’esito del reclamo, prima di ricorrere al Giudice il Cliente potrà rivolgersi:
  1. in caso di controversie inerenti operazioni e servizi bancari e finanziari:
    • all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF): se il fatto contestato è successivo alla data dell'01.01.2009, nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro, senza limiti di importo in tutti gli altri casi;
    • al Conciliatore Bancario Finanziario, anche in assenza di preventivo reclamo.
  2. in caso di controversie inerenti servizi e attività di investimento:
    • all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF): nel limite di 500.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro, senza limiti di importo in tutti gli altri casi.
In questa stessa sezione sono messi a disposizione della Clientela interessata la Guida Pratica all'Arbitro Bancario Finanziario, dell'Arbitro per le Controversie Finanziarie; tutti questi documenti potranno anche essere richiesti presso ogni Filiale del Banco.
Sempre in questa sezione saranno inseriti eventuali futuri aggiornamenti regolamentari; ulteriori informazioni sono disponibili:
Ultima modifica 14/04/2017