Giovedì, 11 Febbraio, 2016 - 16:30

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Spoleto S.p.A. ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio 2015

Giovedì 11 Febbraio 2016

I valori patrimoniali ed economici del Bilancio 2015 non sono comparabili su base omogenea con quelli del Bilancio 2014 in quanto quest’ultimo fa riferimento ad un esercizio di soli 5 mesi (agosto - dicembre) e per effetto dell’operazione di conferimento alla Banca del Ramo d’azienda costituito dai n. 32 sportelli situati nelle regioni Toscana e Lazio da parte della Capogruppo (e contestuale cessione alla stessa dello sportello di Milano da parte della Banca) avvenuta in data 1° aprile 2015. 

  • RITORNO ALL’UTILE Euro 6,4 milioni di Utile netto, nonostante il versamento di complessivi Euro 3,5 milioni netti a Fondo di Risoluzione (SRM-Single Resolution Mechanism), Sistema di Garanzia dei Depositi (DGS-Deposit Guarantee Scheme) e Fondo di Solidarietà (decreto c.d. “Salva banche”)
    L’esercizio 2014 (5 mesi) chiudeva con la Perdita netta di Euro 35 milioni
     
  • CEDUTI CREDITI “NON PERFORMING” SVALUTATI PER OLTRE IL 95% di complessivi Euro 109,1 milioni
  • UTILE NETTO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 8,8 milioni (ex Perdita netta della gestione operativa Euro 33,5 milioni) dopo rettifiche su crediti di Euro 54,6 milioni (ex Euro 60,9 milioni) ed evidenziando elevati livelli di coverage sui crediti deteriorati, nonostante l’operazione di cessione di crediti “non performing”, e del coverage sui crediti in bonis:
    Coverage ratio sofferenze al 61,7% (ex 68,1%)
    Coverage ratio totale crediti deteriorati al 48,1% (ex 54,7%)
    Coverage ratio crediti in bonis allo 0,78% (ex 0,82%)
  • RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE CON INCREMENTO DEI COEFFICIENTI DI CAPITALE SUPERIORI AI REQUISITI MINIMI DI VIGILANZA
    Patrimonio netto Euro 256,3 milioni (ex Euro 173,2 milioni)

    Fondi Propri Euro 248,5 milioni (1) (ex Euro 178,2 milioni)  
  • RACCOLTA COMPLESSIVA DA CLIENTELA ORDINARIA Euro 5,2 miliardi (ex Euro 3,4 miliardi) (+53,7%), di cui RACCOLTA DIRETTA Euro 3,4 miliardi (ex Euro 2,6 miliardi) (+31,4%), con un rapporto Impieghi da clientela ordinaria/Raccolta diretta al 98,8% (ex 91,3%), e RACCOLTA INDIRETTA Euro 1,9 miliardi (ex Euro 1 miliardi) (+121%)
  • IMPIEGHI ALLA CLIENTELA ORDINARIA Euro 3,3 miliardi (ex Euro 2,3 miliardi) (+42,2%)
    Rapporto “sofferenze nette / impieghi netti” pari al 5,42% (ex 6,89%)
  • DIVIDENDO PROPOSTO
    Euro 0,0122 (2) per ciascuna azione ordinaria
    PAY OUT 29,91% (2)

(1) con inclusione dell’utile netto al 31 dicembre 2015 al netto dei dividendi.
(2) in base al numero delle azioni ordinarie in circolazione al 10 febbraio 2016

Price sensitive
Ultima modifica 16/06/2016