Mercoledì, 26 Agosto, 2009 - 11:30

Banca Popolare di Spoleto aderisce all’intesa Ministero Economia-Abi su moratoria credito PMI, rendendolo operativo dal 1° settembre p.v.

Mercoledì 26 Agosto 2009

Per sostenere le piccole-medie imprese italiane in difficoltà transitoria la Banca Popolare di Spoleto oggi ha firmato l’adesione all’intesa tra Ministero dell’Economia ed ABI sulla sospensione dei debiti delle Pmi verso il sistema creditizio.

L’accordo – che diventerà operativo a decorrere dal 1° settembre p.v. - prevede la possibilità di sospendere temporaneamente il pagamento della quota capitale delle rate o dei canoni relativi a operazioni di mutuo o di leasing, l’allungamento a duecentosettanta giorni delle anticipazioni bancarie sui crediti e altri vantaggi.

La BPS si propone di fornire un ulteriore aiuto economico alle aziende in difficoltà transitoria ma con adeguate prospettive economiche, che si aggiunge al coacervo di iniziative già avviate nel corso dell’anno a favore dei lavoratori che hanno perso il posto di lavoro e a favore delle aziende, d’intesa con i consorzi fidi e con la finanziaria regionale Gepafin.

“Il supporto alle piccole e medie imprese e alle famiglie, costituisce da sempre e ancor più in questo momento, il focus principale dell’attività della Banca Popolare di Spoleto – ha dichiarato il Presidente Antonini – Riteniamo quindi opportuno farci parte attiva per affrontare adeguatamente le situazioni di difficoltà delle aziende”.

“Nel difficile contesto congiunturale – ha dichiarato il Direttore generale Pallini – ci proponiamo sempre di dare un sostegno rapido e puntuale ai nostri clienti. Oltre alle diverse iniziative già avviate ed operative, abbiamo fatto di tutto per rendere operativo l’accordo il più in fretta possibile. Dal 1° settembre p.v. il nuovo strumento sarà quindi a disposizione delle aziende."

Spoleto, 26 agosto 2009

Ultima modifica 27/06/2016